Poema segreto


TORNA A ELENCO


tipologia:
libro-oggetto
nr. archivio:
549
nr. inventario:
nr. inventario 2:
anno:
1975
anno ordinamento:
1975
tecnica e materiali:

marmo e metallo

dim. senza cornice:
dim. con cornice:
dimensioni: 21 x 25 x 4,5 cm
desc. stato opera:
altri autori:
iscrizioni e firme:

sul retro, in alto a destra, firma, data, e titolo, poco leggibili: "bentivoglio 75" "Poema / segreto"

esemplari tiratura:
pezzo unico
edizione:

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
studio dell'artista
proprietà:
collezione privata, Roma

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:

Mirella Bentivoglio – Silenziario, ed. Studio Bocchi, Roma, 1993

Renato Barilli, Maria Grazia Tolomeo, Mirella Bentivoglio. Dalla parola al simbolo, con antologia critica, De Luca, Roma, 1996

Anna Maria Lelli, Frances K. Pohl, Krystyna Wasserman, The Visual Poetry of Mirella Bentivoglio, con antologia critica, De Luca Editore, Roma, 1999

didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:

Mirella Bentivoglio – Silenziario, Roma, Studio Bocchi, 1993

Mirella Bentivoglio – Dalla parola al simbolo, Roma, Palazzo delle Esposizioni, 1996

The Visual poetry of Mirella Bentivoglio, Washington, The National Museum of Women in the Arts, 1999

condition report:
doc. condition:

scheda storica:

Si tratta di un libro di marmo presentato nel candore del suo materiale, privo di segni di scrittura o immagini. Il modello di questi lavori in pietra senza alcuna presenza di parola, può essere fornito dal Poema totale e dagli altri volumi caratterizzati dalla presenza dell’uovo. Sull’esempio di tale contaminazione, il libro accoglie un altro elemento col quale relazionarsi. In questo caso, la piegatura delle pagine, in alto a sinistra, viene sfruttata dall’artista per inserire parte di una spilla da balia in metallo, la quale sembra forare, penetrare, il materiale lapideo,  e custodire il mistero contenuto nel libro. Un intervento manuale minimo che riesce a restituire al lavoro un ermetico e raffinato lirismo, affidato al segreto non visibile che si cela tra le pagine pietrificate.  Rosaria Abate

note:
note compilatore:
credit line: