Piante in pianta in pianta


TORNA A ELENCO


tipologia:
oggetto
nr. archivio:
274
nr. inventario:
nr. inventario 2:
anno:
s. d.
anno ordinamento:
1979
tecnica e materiali:

disco di plexiglas con riproduzioni da letraset

dim. senza cornice:
dim. con cornice:
dimensioni: ø 35 cm
desc. stato opera:
altri autori:
iscrizioni e firme:

s.f.

esemplari tiratura:
edizione:

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
Studio dell'artista
proprietà:
Archivio Bentivoglio, Roma

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:
didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:
condition report:
doc. condition:

scheda storica:

Per questo tipo di opera l’artista ha adoperato un solo segno iconico, quello col quale gli architetti indicano, nel loro progetto in pianta, la presenza di alberi. Uno di questi segni è stato riprodotto in grande misura, gli altri, identici ma di dimensione minore, appaiono contenuti nel maggiore in ordine sparso. Il titolo spiega le bizzarrie prodotte dal linguaggio verbale: “in pianta” significa sia “visto dall’alto” ma può anche significare “all’interno di un albero”, riferendosi sia al linguaggio architettonico, sia vegetale. Perciò per tradurre in parole questa immagine, occorre ripetere per tre volte l’espressione “in pianta”, rendendo così difficoltosa la spiegazione dell’espressione verbale che nell’immagine accentua l’impressione di surrealtà. Rosaria Abate

note:

Schede collegate: 528

note compilatore:
credit line: