Parola (Ala)


TORNA A ELENCO


tipologia:
grafica
nr. archivio:
325
nr. inventario:
nr. inventario 2:
anno:
1969
anno ordinamento:
1969
tecnica e materiali:

stampa a secco

dim. senza cornice:
41 x 40 cm
dim. con cornice:
dimensioni:
desc. stato opera:
altri autori:
iscrizioni e firme:

sul fronte, data, firma e numerazione

esemplari tiratura:
30 esemplari numerati
edizione:

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
studio dell'artista
proprietà:
- Archivio Bentivoglio, Roma [esemplari nn 2,3,6,7/30; un esemplare non numerato]
- collezione privata Riccardo Grassi,, Lucca [esemplare n. 10/30]

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:
didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:

Mirella Bentivoglio – Il cuore della consumatrice ubbidiente, Brescia, Galleria dell’Incisione, 22 aprile – 24 maggio 2018

condition report:
doc. condition:

scheda storica:

Utilizzando la L come una sorta di asse di simmetria lungo il quale rovesciare le due A di Parola, l’artista ottiene la visualizzazione di “Ala”, vale a dire del termine che è contenuto nel titolo dell’opera e che l’artista ha evidenziato con la scelta dei caratteri maiuscoli. Ha creato, con una tecnica diversa, quella di una stampa a secco, una versione dall’impatto materico: la parola è resa visibile dalla deformazione della carta, priva di inchiostro. La datazione 1969, apposta su molti esemplari dall’artista, fa riferimento all’idea e alla realizzazione della serigrafia originaria, con colore grigio argento. Ma la versione a secco è realizzata nella prima decade del 2000. Rosaria Abate

note:

schede collegate: 320; 321; 326

note compilatore:
credit line: