Pannello per finestra di città (“Addio” agli alberi)


TORNA A ELENCO



Addio, 1970

Download

tipologia:
scultura
nr. archivio:
221
nr. inventario:
224PO008
nr. inventario 2: AMB009Ogg
anno:
senza data (1971)
anno ordinamento:
1971
tecnica e materiali:

serigrafia su acetato

dim. senza cornice:
45 x 60 cm
dim. con cornice:
dimensioni:
desc. stato opera:
altri autori:
iscrizioni e firme:

non firmato

esemplari tiratura:
non conosciuta
edizione:

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
studio dell'artista
proprietà:
Archivio Bentivoglio, Roma

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:
didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:
condition report:
doc. condition:

scheda storica:

Per tracciare la parola “Addio” l’atista ha utilizzato degli autoadesivi degli architetti (spesso infatti responsabili dell’estirpazione di alberi per edificare centri commerciali o abitativi), poi trasposti con la tecnica serigrafica. Si tratta di un’opera concepita per il vetro di una finestra urbana. “Perché se spesso da quel vetro non è più possibile vedere alberi, si veda almeno l’immagine del nostro rimpianto”.

Rosaria Abate

note:

senza firma

note compilatore:

nella collezione delle eredi dovrebbero essere più lavori con questo tema

credit line:
Archivio Bentivoglio Roma