tipologia:
nr. archivio:
638
nr. inventario:
nr. inventario 2:
anno:
2007
anno ordinamento:
2007
tecnica e materiali:

pietra

dim. senza cornice:
dim. con cornice:
dimensioni:
desc. stato opera:
altri autori:
iscrizioni e firme:
esemplari tiratura:
edizione:

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
proprietà:

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
sagrato della Parrocchia San Vincenzo de' Paoli, Borgo La Martella, Matera
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:
didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:
condition report:
doc. condition:

scheda storica:

Si tratta di un intervento sul territorio, in caratteri verbali tridimensionali, realizzato nel 2007 per la pavimentazione esterna della parrocchia dedicata a San Vincenzo de’ Paoli, nel Borgo de La Martella, presso Matera; chiesa realizzata negli anni Cinquanta dall’architetto Ludovico Quaroni. 

L’edificio sacro, consacrato nel ’55, che racchiude altre realizzazioni di artisti contemporanei, come il Crocifisso d’altare di Giorgio Quaroni, o le maioliche del presbiterio di Petro Cascella, ospita l’intervento di Mirella Bentivoglio nel sagrato, e consiste nelle lettere componenti la scritta Mater che affiorano, in continuità con lo stesso materiale, sulla pavimentazione antistante la facciata.

Le lettere alfabetiche, oggetto di indagine della ricerca concretista, diventano rialzati e ruvidi segni tridimensionali in grado di sintetizzare, mediante una corporea stratificazione semantica, il concetto di Madre Chiesa, di femminile e materia, e della stessa città di Matera, la cui incarnazione è nei “Sassi” e negli strati sedimentati della pietra.  Rosaria Abate

note:
note compilatore:

Va aggiunta al glossario, “intervento sul territorio”

credit line: