Fiore nero


TORNA A ELENCO



retro, esemplare n. 20/25

Download


tipologia:
foto
nr. archivio:
39
nr. inventario:
039GR029 a_i (tot 9 )
nr. inventario 2: 045AMBop 046AMBop 047AMBop 048AMBop
anno:
1971
anno ordinamento:
1971
tecnica e materiali:

stampa fotografica

dim. senza cornice:
dim. con cornice:
dimensioni: 64,6 x 49,7 cm
desc. stato opera:
altri autori:
iscrizioni e firme:

-fronte in basso, a sinistra, titolo; a destra, firma e numerazione. Uno sul retro reca la scritta: "prova di stampa"
-esemplare n. 20/25, fronte in basso a sinistra, titolo, a destra, firma, data e numerazione; retro in basso, firma, data e numerazione erronea (n. 30/25)

esemplari tiratura:
25 esemplari numerati; esemplari non numerati, almeno un esemplare prova d'artista
edizione:
tiratura di 25 esemplari

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
studio dell'artista
proprietà:
- Archivio Bentivoglio, Roma [un esemplare senza numerazione, un esemplare prova d'artista, esemplari numerati: 3,5,11,13,16,23/25]
- collezione privata, Atene [esemplari nn. 6,10/25]

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:

Umbro Apollonio e Renato Barilli, Bentivoglio, Schwarz, Milano, 1971

Nicoletta Boschiero (a cura di), Quanto Bentivoglio?, Tlon, Roma, 2022

didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:

Un esemplare di questa tiratura (1/25) è documentato nell’elenco opere presenti alla prima esposizione personale dell’artista, nella Galleria Schwarz, Milano, inverno 1971-1972

Quanto Bentivoglio?, a cura di Nicoletta Boschiero, Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, 18 ottobre 2022 – 29 gennaio 2023

condition report:
doc. condition:

scheda storica:

Poesia visiva nella sua accezione storica e originaria, definita “tecnologica”, caratterizzata da una combinazione di immagini e parole di provenienza massmediatica: notizie della carta stampata, fumetti, slogan pubblicitari, ecc.. Immagine e didascalia che compongono l’opera sono infatti tratti da un quotidiano, un articolo riguardante l’uccisione di un ragazzino di colore da parte di un poliziotto, negli Stati Uniti. “Neri i cavalli, la bara, gli abiti, persino i fiori”. Dunque l’artista esibisce il fiore nero, mancante nell’immagine del corteo, nel funerale stesso: la natura ha oscurato il fiore per denunciare l’offesa subita dal razzismo, e il colore che in Occidente rappresenta il lutto viene identificato col colore della pelle della vittima. Il fiore, con tanto di pistilli e stelo, è diventato nero come offerta simbolica dal valore poetico collettivo.  Si tratta di una versione ulteriore, stampa fotografica su fondo nero, del collage originale. Rosaria Abate

note:

schede collegate: 38; 40; 400; 502

note compilatore:

Da descrizione, dovrebbe essere anche esemplare n. 20/25 di proprietà delle eredi, verificare (R. A.)

credit line: