Di Cenerentola il principe se ne fa un baffo


TORNA A ELENCO


33a

Di Cenerentola il principe se ne fa un baffo, 1961

Download


retro

Download

tipologia:
oggetto
nr. archivio:
2
nr. inventario:
002PV002
nr. inventario 2: 003AMBop
anno:
1961
anno ordinamento:
1961
tecnica e materiali:

Carta

dim. senza cornice:
dim. con cornice:
37 x 39,3 cm
dimensioni:
desc. stato opera:

carta montata in cornice tra vetri trasparenti

altri autori:
iscrizioni e firme:

Dichiarazione autografa sul retro in alto a destra: "Refuso trovato (poesia visiva involontaria)", Senza firma

esemplari tiratura:
edizione:

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
Studio dell'artista
proprietà:
Archivio Bentivoglio Roma

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:
didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:
condition report:
doc. condition:

scheda storica:

Si tratta di una primissima prova di Poesia Visiva involontaria, poiché è ricavata da un refuso tipografico. Per questo ha valore di oggetto trovato, pur essendo la presentazione di carta montata in cornice. L’artista frequentava tipografie nelle quali era solita far stampare, su proprio progetto, biglietti di auguri personalizzati e inviti a ricevimenti privati nella propria casa. In questi ambienti era attratta da cartelloni e riproduzioni scartati per errori di stampa o di colorazione. L’espressione verbale “se ne fa un baffo” è ricavata dal contenuto delle immagini del refuso: riproduzioni di cartoni animati, in cui la sovrapposizione della gamba della principessa sul volto del principe, al di sotto del naso, dà luogo alla scelta del titolo. Un esperimento che però pone l’accento sulla peculiarità dell’artista di procedere da prelievi di qualsiasi genere, riformulati e ribattezzati con i suoi interventi verbali.  Rosaria Abate

note:
note compilatore:
credit line: