Anatomia della mano sinistra della Statua della Libertà (la mano sinistra che tiene la Costituzione, non la torcia)


TORNA A ELENCO



Anatomia della mano sinistra della Statua della Libertà (la mano sinistra che tiene la Costituzione, non la torcia), 1992

Download

tipologia:
fotocollage
nr. archivio:
242
nr. inventario:
138GR108
nr. inventario 2: 147bAMBop
anno:
1992
anno ordinamento:
1992
tecnica e materiali:

fotocollage, da ritaglio di fotografie, e da disegno su cartoncino

dim. senza cornice:
39 x 53 cm
dim. con cornice:
dimensioni:
desc. stato opera:
altri autori:
iscrizioni e firme:
esemplari tiratura:
pezzo unico
edizione:
si tratta di una serie

autentica:
autentica data:
autentica autore:
autentica doc.:
autentica autore:

provenienza:
studio dell'artista
proprietà:
Archivio Bentivoglio, Roma

valore:
valore assicurativo:
collocazione:
movimentazione:
perizie:
doc. perizie:

restauri:
doc. restauri:

bibliografia:

 Nicoletta Boschiero (a cura di), Quanto Bentivoglio?, Tlon, Roma 2022

didascalia:

La bugia, 2005

didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:
didascalia:
doc. contrinuto:

esposizioni:

Quanto Bentivoglio?, a cura di Nicoletta Boschiero. Roma, Galleria Nazionale d’Arte Moderna, 18 ottobre 2022 – 29 gennaio 2023

condition report:
doc. condition:

scheda storica:

L’artista presenta la fotografia della mano della Statua della libertà come un’immagine anatomica, presentando stecche lignee parallele che ne evidenziano la struttura interna. L’immagine è tratta da una delle fotografie scattate nell’Ottocento durante la costruzione del monumento, conservate nel Museo della Fotografia di Rochester (USA). 

Si tratta della mano sinistra della statua, ossia la mano che regge il simbolo della comunicazione: il libro, che nel caso specifico è la Costituzione degli Stati Uniti. La sinistra contrapposta alla più nota mano destra, che eleva in alto la torcia, mostrando, per usare le parole stesse di Mirella Bentivoglio, “ubbidienza alla retorica statuaria”. 

Il particolare prelevato nell’immagine dall’artista, è nelle sue intenzioni un progetto per la realizzazione di una tridimensionale traduzione della “manica”, in tela gessata.

Di seguito, un commento di Mirella Bentivoglio, probabilmente inedito, riguardo il progetto: “Sottolineata dal titolo, l’immagine “anatomica” ossia interna, di quel monumento, sembra alludere, con le sue stecche parallele, alla “molteplicità” che sempre sottende e regge le forme compatte costruite dall’uomo, e così costituisce un simbolo della conquista umana del principio democratico”.  Rosaria Abate

note:
note compilatore:

Benché facenti parte di una serie, essendo pezzi unici, ho fatto per ciascuno una scheda

Si tratta di una serie di studi per un opera tridimensionale mai realizzata. Il tema della Statua della Libertà è stato più volte indagato dall’artista, anche a distanza di anni.  

credit line: